An Interview with Clarissa Mucci, Classical Ballet Teacher at World Dance Movement.

10 Jan

*** SCORRI IN BASSO PER LEGGERE IN ITALIANO ***

Here are some words of advice from our World Dance Movement faculty member, Clarissa Mucci. She is a world-renowned Classical Ballet  teacher and will teach at WDM Italy: WEEK 2: July 16 – July 21.

Enjoy!

Want to ask more questions? Leave a comment below or on our Facebook, Instagram, Twitter pages with #AskClarissa. 

CLARISSA_MUCCI.pngWDM: What advice would you give to a dancer about auditioning?

Clarissa: Other than great training, students need to have a 360-degree look into the dance industry because there is only ONE dance. There is not a “good” type of dance a “bad” type of dance. Having said that, I do want to stress the importance of Ballet. It is fundamental and the first part of all auditions is a ballet class, from Teatro alla Scala to Pina Bausch.
WDM: What advice would you give to a dancer who was told “you don’t have the right body to be a classical ballet dancer”? 
Clarissa: Dance needs talent, dynamics, musicality, good technique, but also needs an harmonic and proportionate body. Unfortunately, after teenage years, dancers watch their bodies change. Sometimes this can limit a dancer’s career on stage in the classical ballet world, but dance will still have formed the dancer both physically and mentally providing them with the opportunity to be a brilliant teacher (if they study to become one). Not all great dancers can become great teachers. My university, where I have been teaching for over 36 years, has courses for both teachers and choreographers.
12583723_10208374113212556_1793607712_n
WDM: Do you remember your first dance teacher?
Clarissa: My first teacher was Lia Calizza, a woman who gave me so much, both technically and on a personal level. She was sweet and understanding, but also very demanding. I still thank her for what she gave me.
WDM: How do you motivate and stimulate your students?
Clarissa: I love my students, they motivate me with their work and dedication. I always remind them that when working you always need to have the humility to learn and the honesty to recognize your capabilities. I love honest work and students who work hard every day to become better than the previous day. I love Artists, those with a dancing soul, those who can move you with a Port de Bras. A Port de Bras never lies.
12571161_10208374156533639_1669241824_n
You can check out Clarissa’s full biohere. To register for World Dance Movement – The International Festival, please visitwww.WDMItaly.com.

*** ITALIANO ***
Oggi abbiamo il piacere di presentarvi un’intervista che abbiamo fatto con l’insegnante del World Dance Movement, Clarissa Mucci che insegnerà Danza Classica al WDM Italy: SETTIMANA 2: 16-21 Luglio.
——-
Buona lettura!
——-
Volete fare altre domande? Lasciate un commento qui sotto o sulle nostre pagine Facebook, Instagram, Twittercon #AskClarissa. 

WDM: Che consiglio daresti ad un danzatore per le audizioni? 

Clarissa: Dopo una buona formazione, lo studente deve aprire lo sguardo nel mondo lavorativo a 360 gradi, perché la Danza è UNA e non esiste quella di serie A e quella di serie B. Mi preme però ricordare che la Danza Classica è la base e che in tutte le audizioni. La prima prova è la lezione di classico, dal Tatro alla Scala alla compagnia di Pina Bausch. 

12625821_10208374133253057_822450876_n

WDM: Cosa consiglieresti ad uno studente al quale è stato detto che non ha “il corpo adatto” per essere un danzatore classico? 

Clarissa: Un buon danzatore classico ha bisogno di talento, una dinamica, un’ottima musicalità e una buona tecnica. Ha bisogno di una bella figura, armonica e proporzionata.

Ragazzi/e dopo l’adolescenza, vedono cambiare e trasformare il proprio corpo. Questo purtroppo può creare un limite alla carriera professionale, ma sicuramente la Danza avrà educato nel fisico e nella mente, un futuro spettatore, critico di danza e dopo un percorso di studi metodologici, un futuro Insegnante. Non sempre un Ottimo Danzatore diventerà un Ottimo insegnante. Nella mia Accademia dove lavoro da 36 anni, abbiamo i corsi universitari per Insegnanti e Coreografi. 

WDM: Ricordi la tua prima insegnante di danza? 

Clarissa: La mia prima insegnante si chiama Lia Calizza, una donna che mi ha dato molto, sia sotto il profilo tecnico, ma soprattutto sotto il profilo umano. Era dolce e comprensiva ma molto esigente e ancora oggi la ringrazio per tutto quello che mi ha dato.

12571412_10208373985729369_840735546_n

WDM: Come motivi e stimoli i tuoi studenti?

Clarissa: Io amo molto i miei studenti, sono loro che motivano me, con il loro lavoro e la loro dedizione. Io ricordo loro che nel lavoro bisogna aver sempre l’Umiltà di imparare e l’onestà di riconoscere le proprie possibilità. Amo il lavoro Onesto e gli studenti che ogni giorno, lavorano per conquistare un risultato migliore del giorno passato. Amo gli artisti, quelli con un anima danzante, quelli che mi emozionano con un Port de bras. Il port de bras non mente Mai.

Potete leggere la biografia di Clarissa Mucciqui. Per iscrivervi al World Dance Movement – The International Festival, visitate www.WDMItaly.com.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: